Petralia Soprana Arte e Miniera - Associazione Culturale Italia Nostra - Sezione Palermo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività

Petralia Soprana Arte e Miniera visita del 23 marzo 2019

La mattinata è stata destinata alla visita della cittadina di Petralia Soprana che fa parte del Parco delle Madonie, ed è il più alto comune del parco. La cittadina è inclusa nel circuito dei borghi più belli d'Italia ed è stata proclamata "Borgo dei borghi 2018".
Una guida locale ci ha fatto conoscere le importanti bellezze artistiche, passando per i vicoli e i belvedere, piazze e cortili ancora intatti in un ambiente dal sapore medioevale. Abbiamo visitato: la Chiesa San Pietro e Paolo, detta Matrice, la Chiesa San Salvatore, simile a quella palermitana ellittica, la Chiesa Santa Maria di Loreto, con l'altare del Gagini. Ci siamo fermati allo storico panificio Agliata dove vengono confezionati, con una vecchia di ricetta della famiglia, i famosi e tradizionali biscotti alla cannella, prodotti tipici di Soprana insieme allo Sfoglio. Quindi abbiamo visto Palazzo Pottino Marchese di Echifaldo, affrescato, arredato e corredato originale della fine dell'ottocento.

Dopo il pranzo in ristorante con un menù tradizionale, siamo giunti alla Miniera Italkali curata e gestita dall'Associazione Sottosale.

Formatosi sei milioni di anni fa, il giacimento di salgemma purissimo della miniera di Sale Italkali è composto da circa 80 km di gallerie, nella frazione di Raffo poco distante dal Borgo. Al suo interno ospita il MACSS, Museo di Arte Contemporanea Sotto Sale, che con le sue sculture di Salgemma rappresenta un caso unico di allestimento di arte contemporanea dentro una miniera attiva. Trenta sculture, frutto di 5 biennali (2011- 2019) compongono il corpus di opere che si snodano lungo un percorso artistico, naturale e geologico. Una esperienza unica e suggestiva dentro un itinerario di 400 mt in pianura con una spiegazione geologica munita di materiale multimediale, cui è seguita la visita al Museo che consente di scoprire la storia geologica della Sicilia arricchita da testimonianze artistiche contemporanee. Le sculture, realizzate all’esterno durante la biennale, vengono successivamente ricollocate all’interno della miniera.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu